Phone +39 0143 321582

Trasparenza 200hight

Sul lago d’Orta in bici (di Roberto Moro)

Con la corsa la bicicletta qualcosa c’entra, forse anche più di un po’. Spesso chi corre va anche (o andava) parecchio in bici. Alcuni poi non lo sanno ma tra una corsa e l’altra magari presto pedaleranno. Con il nuoto il ciclismo è sicuramente parte del trittico di sport aerobici più diffusi e che nella serie accompagnano la corsa. Le tre discipline sono gli ingredienti di quel piatto dolce amaro che è il triathlon, ne sanno qualcosa gli incalliti sognatori che di giorno, da svegli, rendono un’icona dorata quell’incubo di fatica che deve essere l’IronMan. Con Carmen e due cari amici, Giancarlo e Giovanna, ci siamo concessi un fine settimana sulle sponde del Piemonte prealpino che fa da sfondo al Lago d’Orta, uno specchio d’acqua benedetto da una cornice ambientale di bellezza allo stesso tempo delicata e selvaggia. Le spiaggette (ora affollatissime) di rena bianca che si specchiano su un’acqua a tratti immacolata da cartolina tropicale sono sovrastate da boschi verticali e verdissimi abitati da faggi, ontani e castagni centenari. Le ville dei “signori” che ieri ed oggi, dal seicento in poi, sono state adagiate negli angoli più prestigiosi convivono con case di paese e famiglie del luogo, magari più modeste ma linde ed ordinate. Nei giardini giganteggiano alberi di fico, banani e palme che spiccano in mezzo ad essenze più consone alla latitudine. Nei due giorni abbiamo affrontato strade asfaltate, trafficate o quasi deserte, sterrato, strade bianche e sentieri boschivi. In fondo forse la Montain Bike sta a quella da corsa come il Trail al correre su strada. Siamo stati lavati ed inzuppati da pioggia di temporale così come arrostiti da sole cocente nelle salite che ci hanno spremuti ed inzuppati altrettanto. Le mattine di aria ferma e cristallina sono declinate a tratti in refoli di vento che può rinforzare in folate piccanti di freddo (evidentemente non è sparito, sta solo aspettando il suo momento). Ci hanno spiegato che il clima da queste parti offre tutto il repertorio. Le cime innevate dei ghiacciai eterni a volte si facevano vive come a dare un’occhiata quaggiù. Un sogno di pedalata.

fShare
0

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

CONTATTACI

Via Crispi 27,
15067 - Novi Ligure, - AL -

Tel.: +39 0143 321582
Fax: +39 0143 1970160
atleticanovese@atleticanovese.it

CONTATTO VELOCE